Notizie

8 Risultati disponibili

Thomas Page-Lecuyer
03/07/2015

L'invecchiamento della popolazione - L'irremediabile mutamento dell' economia mondiale

L'invecchiamento della popolazione implica, di fatto, un mutamento del profilo della piramide delle età e una deformazione della struttura della popolazione mondiale. Nei prossimi anni, questo fenomeno avrà conseguenze economiche senza precedenti. Così, il tasso di dipendenza degli anziani – il rapporto tra il numero di persone di 65 anni e oltre e il numero di persone di un'età compresa tra 15 e 64 anni – aumenta dell'1,2% in media ogni anno nell'Unione europea dal 2000, perciò la popolazione attiva diminuisce a vantaggio dei pensionati. La popolazione europea in età lavorativa ha raggiunto infatti, un picco di quasi 330 milioni nel 2010 e dovrebbe diminuire per crollare a 309 milioni nel 2025. Nel 2005, si contava un pensionato per quattro persone in età lavorativa e, in base alle previsioni, nel 2050 si potrebbe raggiungere il rapporto di un pensionato per due attivi… Naturalmente, queste modifiche demografiche minacciano la perennità dei sistemi pensionistici e di previdenza sociale.

Marchés
Thomas Page-Lecuyer
05/06/2015

L'invecchiamento della popolazione - Nell'attesa di una reazione, il fenomeno accelera

Il XX secolo è stato teatro di una rivoluzione di ampia portata: la transizione demografica. Grazie alle scoperte scientifiche e ai progressi nel campo della medicina, il tasso di mortalità infantile ha registrato un notevole calo. Grazie alla crescente qualità delle cure pediatriche e ostetriche, il tasso di mortalità infantile si attesta attualmente al 4%, contro oltre il 15% all’inizio del XX secolo. Questo fenomeno ha permesso di prolungare significativamente la speranza di vita alla nascita a livello mondiale, passata da 33 anni nel 1909 a oltre 68 nel 2014, registrando così un guadagno di 35 anni in poco più di un secolo.

Marchés